IT | EN
logo

dermatite seborroica

CORPO

 

PROBLEMATICHE DELLA PELLE

DERMATITE   SEBORROICA

 

 

Domanda

Soffro di dermatite seborroica del viso e del cuoio capelluto; vorrei dei buoni consigli per risolverla, sono stufa di usare le lozioni prescritte dal dermatologo (soprattutto per il prurito) e vorrei provare qualcosa di più naturale del solito cortisone.

Risposta

La cosa principale è "rispettare" il tuo cuoio capelluto e quindi, in generale, il tuo corpo.
Non sarei così pessimista. Certo che la DS non è una cosa da prendere alla leggera ed è certamente fastidiosa ma se cominci a far ragionare il tuo corpo trattandolo il più delicatamente possibile, vedrai che lui risponderà in maniera positiva.

Cerca delle creme a base di fitosteroli. Funzionano come le cortisoniche ma sono naturali.

Seguito della domanda

Ma nell'inci i fitosteroli sotto quale nome sono messi?

Risposta

beta-SITOSTEROL, BRASSICA CAMPESTRIS STEROLS, CANOLA STEROLS, GLYCINE SOJA STEROL, ORYZA SATIVA BRAN STEROL, eccetera, basta che ci sia scritto STEROL.

 

Domanda

Vorrei capire se lo shampoo Weleda al rosmarino indicato per il lavaggio dei capelli sensibili e con forfora possa andar bene anche per dermatite seborroica. La spiegazione dice che gli ingredienti riequilibrano il cuoio capelluto e quindi contribuiscono a far produrre meno forfora. 
Ho visto che si tratta di una specie di gel che si deve diluire in acqua e poichè ha un profumo di rosmarino davvero intenso, ho paura che non si limiti a disinfettare ma che possa anche irritare la cute già rossa. 
e inoltre .. districa i capelli lunghi e mossi? Temo di no, purtroppo.
Ecco qui l'inci ( che mi pare ottimo) : 
Water (Aqua), Disodium Laureth Sulfosuccinate, Cocamidopropyl Betaine, Equisetum Arvense (Horsetail) Extract, Lauryl Glucoside, Sodium Laureth Sulfate, Sodium Chloride, Fragrance (Parfum)*, Rosmarinus Officinalis (Rosemary) Leaf 0il, Lecithin, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Glyceryl Laurate, Ascorbic Acid, Limonene*, Linalool*, Citral*.

Risposta

La dermatite seborroica è una malattia e quindi il commento lo deve dare un medico. Per questo motivo mi astengo. Sono invece certo che per capelli lunghi e mossi sia un disastro.
Come prodotto eco bio la ditta sa fare cose molto migliori di questo shampoo qui.

 

Domanda

Volevo chiederle se sa consigliarmi rimedi naturali per curare la dermatite seborroica, problema che mi perseguita da ormai 2 anni.
Inoltre, volevo un suo parere riguardo a questo shampoo, Natural Alternative NaturalSchampoo

INCI:water, ammonium lauryl sulfate [*] ,cocamidopropyl betaine[*], cocamide DEA[*],allantoin[*],panthenol,lavender essential oil, ylang ylang essential oil, phenoxyethanol,potassium sorbate[*], citric acid[*].

Risposta

La dermatite seborroica è una malattia e noi non ce ne occupiamo, ci limitiamo alla cosmesi e alla detergenza.
In tutti i casi io non userei questo shampoo perché al primo posto dichiara un tensioattivo molto aggressivo. E' vero ce c'è poi la betaina che ne riduce (molto) il potenziale ma mi sembra come sfidare la sorte. Io cercherei qualche cosa di meno "forte".

 

Domanda

Seguendo i consigli di una dermatologa ho acquistato questo shampoo che aiuterebbe a contrastare la dermatite seborroica e la desquamazione del cuoio capelluto:
l'inci analyzer non ha dato risultati esaustivi cosa ne pensi Fabrizio?
Schampoo UNIONDERMA inci :

 AQUA (solvente)
 SODIUM LAUROYL SARCOSINATE (antistatico / tensioattivo / viscosizzante)
 SODIUM METHYL COCOYL TAURATE
 HYDROXYETHYLCELLULOSE (legante / stabilizzante emulsioni / filmante / viscosizzante)
 TRIISOSTEARIN
 POLYQUATERNIUM-7 (antistatico / filmante)
 COCOGLUCOSIDES HYDROXYPROPYLTRIMONIUM
 SODIUM SHALE OIL SULFONATE
 IMIDAZOLIDINYL UREA (conservante)
 TRISODIUM ETHYLENDIAMINE DISUCCINATE
 PARFUM
 METHYLPARABEN (conservante)
 ETHYL PARABEN (Conservante)

Risposta

Dico che mettere sulla testa di una persona con dermatite seborroica e la desquamazione del cuoio, della IMIDAZOLIDINYL UREA cioè un cessore di formaldeide è semplicemente assurdo.

 

Domanda

 Il mio dermatologo ha detto che soffro di una lieve forma di dermatite seborroica e mi ha consigliato l'utilizzo di questi due prodotti:


Sensibio DS+ Moussant
Il gel detergente purificante per pelli sensibili soggette ad arrossamenti associati a squame localizzate in particolare in corrispondenza delle zone grasse irritate: ali del naso, sopracciglia, fronte e mento
Ingredienti:
WATER (AQUA), SODIUM LAURETH SULFATE, LAURYL GLUCOSIDE, GLYCERIN, PROPYLENE GLYCOL, PEG-150 DISTEARATE, SODIUM LAUROYL OAT AMINO ACIDS, POLYSORBATE 20, CLIMBAZOLE, PIROCTONE OLAMINE, GLYCERYL UNDECYLENATE, LACTIC ACID, MANNITOL, XYLITOL, RHAMNOSE, FRUCTOOLIGOSACCHARIDES, DISODIUM EDTA, SODIUM HYDROXIDE, PHENOXYETHANOL. 

Sensibio DS+ Crema 
Il trattamento anti-irritante ed emolliente per pelli sensibili soggette ad arrossamenti associati a squame localizzate, in particolare in corrispondenza delle zone grasse irritate: ali del naso, sopracciglia, fronte e mento.
Ingredienti:
WATER (AQUA), COCOS NUCIFERA (COCONUT) OIL, PROPYLENE GLYCOL, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, DIMETHICONE, GLYCYRRHETINIC ACID, SOR-BITAN SESQUIOLEATE, CLIMBAZOLE, PIROCTONE OLAMINE, GLYCERYL UNDECYLENATE, MANNITOL, XYLITOL, RHAMNOSE, FRUCTOOLIGOSACCHARIDES, LAMINARIA OCHROLEUCA EXTRACT, CETYL ALCOHOL, CARBOMER, SCLEROTIUM GUM, SODIUM HYDROXIDE, PHENOXYETHANOL. 

Si tratta di prodotti assolutamente non ecobio. Cerco un'alternativa eco-bio ma non so proprio quali prodotti potrebbero sostituirli. In ogni caso, pensi che siano davvero così tremendi?

Risposta

 Una cosa la posso dire e cioè che questi due prodotti non sono niente di che. Assolutamente "normali" e non vedo dunque questa gran delicatezza o azione specifica. Ma è meglio se mi fermo qui.

 

Domanda

Ho una domanda: nel caso di dermatite seborroica al cuoio capelluto, l'utilizzo di una composizione a base alcolica come la lacca potrebbe acuire il problema ?

Risposta

La cheratina di cui sono fatti i capelli non ha una capacità di trattenere l'umidita molto elevata e quindi l'alcool che c'è dentro la lacca cosa può seccare? Se il capello è idrofobo non c'è proprio nulla da disidratare. Quindi criticare una lacca per il suo contenuto alcolico non è corretto. Criticare la stessa lacca con elevato contenuto in alcol è giusto se si critica la possibilità di generare degli aerosol che vengono respirati. Ma sono due cose diverse, molto diverse, tra loro.

In definitiva l'alcol di una lacca non fa nulla! Semmai ed è grave, ubriaca gli addetti ai lavori ma siccome NON arriva al cuoio capelluto non può dare nessun problema.

Seguito della domanda

Tutte le lacche rovinano un pochino i capelli perchè contengono alcool, che denatura la cheratina, per cui meglio evitare una lacca che lo ha al primo posto... o no?

Risposta

Dipende dalla quantità di lacca e da altre condizioni. Ad esempio d'estate di alcol sui capelli ne arriva pochino perché evapora prima essendo in forma micronizzata. Hai ragione se ti rifersci al CAPELLO e non alla PELLE. La dermatite seborroica rappresenta un cattivo funzionamento della ghiandola sebacea. 

 

Domanda

Mio figlio, a detta della dermatologa, soffre di dermatite seborroica, ha un pò di brufoli sul cuoio capelluto, sulla fronte, sul naso e un pò di forfora. Fin'ora non l'ha mai presa in considerazione, tanto che le varie creme consigliategli in passato non le ha mai usate, però in quest'ultimo periodo incomincia a porsi il problema, tant'è che siam tornati dalla dermatologa per affrontarlo. La prima cosa che ha detto è stata: "è la tua pelle", poi gli ha dato la crema Aliset, da applicare mattina e sera fino a miglioramento, mentre come detergente uno dei miei ecodermocompatibili, perchè sa che io non faccio più uso d'altro. Ora ti posto l'inci della crema risolutiva ;
Aluset crema inci :
AQUA (solvente)
PARAFFINUM LIQUIDUM (antistatico / emolliente / solvente)
POTASSIUM ALUM (Antitraspirante)
GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
BUTYLENE GLYCOL (umettante / solvente)
CYCLOPENTASILOXANE (Silicone volatile)
POLYGLYCERYL-3 DIISOSTEARATE (emulsionante)
DISTEARDIMONIUM HECTORITE (stabilizzante / additivo reolo
POLYMETHYL METHACRYLATE (filmante)
PHENOXYETHANOL (conservante)
PARFUM
SODIUM CHLORIDE (viscosizzan
MAGNESIUM SULFATE (viscosizzante)
C12-15 ALKYL BENZOATE (emolliente)
PEG-30 DIPOLYHYDROXYSTEARATE (emulsionante)
TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante)
METHYLPARABEN (conservante)
IMIDAZOLIDINYL UREA (conservante)
SODIUM DEHYDROACETATE (preservante)
RETINYL PALMITATE (additivo)
GLYCYRRHETINIC ACID (condizionante cutaneo)
BUTYLPARABEN (conservante)
AMMONIUM GLYCYRRHIZATE (additivo biologico)
ETHYLPARABEN (conservante)
RIBES NIGRUM FRUIT EXTRACT (vegetale)
PROPYLPARABEN (conservante)
LECITHIN (antistatico / emolliente / emulsionante)
TOCOPHEROL (antiossidante)
ASCORBYL PALMITATE (antiossidante / coprente)
CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante)
Come vedi l'inci è pessimo, la crema è stata riportata in farmacia, sta usando solo il detergente intimo Biokroll che ha ph 4 .
Ritieni che per la detersione del viso possa andare bene o sarebbe preferibile un detergente a ph 5,5 come lo schampoo antiforfora Biokroll, che sta già usando per i capelli o il detergente base EOS a ph 5 ? Oltre al detergente, a tuo parere, pur essendo la dermatite una malattia, in forma ecodermocompatibile si può trovare altro?

Risposta

Hai fatto bene a riportare indietro la crema, è penosa. E secondo me hai anche perfettamente ragione a consigliare al figliolo di usare meno sostanze possibili. Il prodotto che stai usando adesso va benissimo, semmai dovresti farlo diventare ancora più delicato ad esempio allungandolo con acqua o, meglio ancora, prendere il detergente intimo di quella gamma di prodotti. 
Seguito della domanda

Sottopongo al tuo giudizio l’inci del dergente intimo Biokroll

inci :Aqua, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Methyl 2-Sulfolaurate, Disodium 2-Sulfolaurate, Glycerin (*), Sodium Lauryl Sulfoacetate, Cetyl Betaine, Glyceryl Laurate, Glyceryl Caprylate/Caprate, Betula Alba Leaf Extract (*), Cananga Odorata Flower Oil (*), Tocopheryl Acetate, Parfum (**), Phenoxyethanol, Benzoic Acid, Dehydroacetic Acid, Ethylhexylglycerin, Lactic Acid. 
L'ingrediente " Betula Aba Leaf Extract " è a doppio pallino rosso, è passabile ? Personalmente uso questo detergente e non posso che tesserne le lodi

Inoltre questo detergente intimo potrebbe andar bene solo per il viso o lo si potrebbe usare anche come doccia schampoo ? 

Risposta

Ottimo! Questo detergente intimo può sostituire qualsiasi detergente, è così delicato da poter essere usato con vantaggio nelle dermatiti ma anche come sapone liquido o detergente corpo.

 

Domanda

Con riferimento al detergente intimo liquido Biokroll di cui si parla sopra, ho visto che nell'INCI ci sono Sodium Methyl 2-Sulfolaurate e Disodium 2-Sulfolaurate (oltre a Benzoic Acid e Dehydroacetic Acid che hanno un pallino giallo, ma forse qualche conservante ci deve pur volere...?). 
Poichè il Disodium 2-Sulfolaurate non c'è nel Biodizionario (il Sodium Methyl 2-Sulfolaurate invece c'è e ha una pallina verde), ho fatto una ricerca su internet e ho trovato le seguenti informazioni:

"Il DISODIUM 2-SULFOLAURATE normalmente formulato con Sodium Methyl 2-Sulfolaurate si trova sempre più spesso nei prodotti dove non si vuole far vedere il Sodium Lauryl Sulfate o il Sodium Laureth Sulfate. In realtà si sfrutta l’ignoranza dei consumatori, visto che le molecole sono cugine ed il potenziale irritativo è leggermente inferiore al SLS ma più alto dell’ SLES, quindi comunque relativamente alto (Draize score 39, quando i tensioattivi mild in genere hanno un Draize score sotto a 15). Insomma un buon modo per utilizzare tensioattivi analoghi al SLS vantando che il prodotto è SLS FREE"

"The Cosmetics Database only notes data gaps regarding this ingredient, and it is not approved by the CIR or any other organization for use in cosmetics. No information could be found regarding hazardous side effects. ... Little information is available regarding Sodium Methyl 2-Sulfolaurate/Disodium 2-Sulfolaurate".

 Mi farebbe piacere avere qualche chiarimento sulla questione. 
Risposta

A me e non l'ho mai nascosto questi due tensioattivi piacciono moltissimo e le ricette che ne escono sono dolcissime ed hanno superato a pieni voti anche test piuttosto severi.
Chi dice che "il potenziale irritativo è leggermente inferiore al SLS ma più alto dell’ SLES" vorrebbe allora che si usasse SLS e SLES esclusivamente? Ma stiamo scherzando? Se è sponsor di qualche ditta che vende queste due molecole lo dica apertamente invece che insinuare il dubbio "In realtà si sfrutta l’ignoranza dei consumatori".
Fasulla anche l'affermazione "visto che le molecole sono cugine ed il potenziale irritativo è leggermente inferiore al SLS ma più alto dell’ SLES, quindi comunque relativamente alto (Draize score 39, quando i tensioattivi mild in genere hanno un Draize score sotto a 15)."
Che siano cugine non è vero ma forse chi sostiene queste cose ha le idee confuse e non è neppure vero che i valori di Draize siano quelli esposti. Ad esempio uno SLES può essere di moltissime derivazioni, numero di etossilazione eccetera. Alcuni sono molto irritanti, certamente molto di più delle sostanze che stiamo considerando

Licenza Creative Commons

Chi c’è dietro il logo EcoBioControl?

Scopri il logo

Il Vecchio BioDizionario sparisce ed al suo posto nasce EcoBioControl

EcoBioControl

Poiché la discussione sull'olio di palma e sui suoi derivati è un tema ricorrente, abbiamo deciso di dare qualche numero su cui riflettere e discutere. Si tratta di un tema molto delicato, sul quale è...
read more