IT | EN
logo

unghie-smalti

MANI

 

UNGHIE e  SMALTI 

 

Domanda:

 La vitamina E ha proprietà benefiche anche per le unghie? In caso affermativo credi potrebbe funzionare sulle unghie dei piedi affette da psoriasi ?

Risposta: Certo che fa bene alle unghie ma anche alle labbra screpolate ed in zone di forte prurito. Un toccasana.

 

Domanda:

Esiste un rimedio fai da te per far ritornare bianche le unghie un po' ingiallite. So che ci sono dei prodotti appositi, ma preferirei qualcosa di semplice e più naturale.

Risposta: Un po' di acqua ossigenata aiuta molto.
Certo che la terapia del sole e dell'aria è la migliore in assoluto.

 

Domanda:

Il gel di aloe può essere usato su unghie, ciglia e sopracciglia per irrobustire le prime e infoltire le seconde?

Risposta:
No, l'aloe non fa nulla di tutto ciò.

 

Domanda:

Lo smalto protegge le unghie dalla disidratazione?

Risposta:

Escludo che lo smalto protegga efficacemente dalla disidratazione.

 

Domanda:

Sono una utilizzatrice abituale di smalti, colorati e non, e leggere di ingredienti pericolosissimi ecc. mi ha un po’ preoccupata! Ma esattamente quali danni causano alla salute gli smalti (a parte seccare le pellicine, che di quello me ne sono già accorta purtroppo!)? C'è differenza, per la salute e l'impatto ambientale, nell'usare uno smalto colorato o uno trasparente?

Risposta:

Secondo me il pericolo maggiore di uno smalto è la sua applicazione. Tu ti metti lì, usi il solvente, poi applichi lo smalto e sei in una stanzetta piccola che diventa una camera a gas. E' questo il vero problema.
Da domani fatti le unghie sul poggiolo!

 

Domanda:  Prima di buttare tutti gli smalti (ho già controllato il biodizionario) 
in uno ho trovato al primo posto TOLUENE e al sesto TOSYLAMIDE/FORMALDEHYDE RESIN (è quella formaldeide?) 
in un altro non c’è  il TOLUENE ma la resina è al quarto posto 
in un altro ancora c'è la scritta SANS TOLUENE ET SANS FORMOL  ma esistono smalti naturali?

Risposta:

Purtroppo non ci sono smalti ecologici neanche a cercarli col lumicino. 
Questo però ci porta a fare una riflessione e cioè che nessun smalto per unghie supererebbe non dico la prova biodizionario ma neppure una normale valutazione tossicologica. Come è possibile allora che vengano comunque venduti? Semplice! Gli smalti non sono considerati cosmetici che finiscono sulla pelle ma su un accessorio della stessa e cioè l'unghia.

 

Domanda:

 mi sembra strano che siano accettate delle sostanze tossiche che rimangono sulle unghie. Non é che quelle tossiche evaporano tutte? ossia, lo smalto secco é tossico?
Risposta:

Una volta che lo smalto è polimerizzato (secco) diventa talmente grosso e pesante che non è più in grado di fare male a nessuno, diventa inerte. Ma è prima (lavoratori, estetiste) e durante l'applicazione che il tuo bagno (o dove applichi lo smalto) che diventa una vera e propria camera a gas. Se venissero a controllare l'inquinamento ambientale durante l'applicazione dello smalto fermerebbero le auto che passano per strada.

 

Domanda:

E tutte quelle sostanze a contatto con l'unghia? cosa provocano?

Risposta:

Beh, una certa quantità passa attraverso l'unghia e te la assorbi.
Di certo al giorno d'oggi il mondo dei dermatologi non è tantissimo preoccupato degli smalti mentre comincia a temere per un altro aspetto legato a questo e cioè le unghie finte, quelle appiccicate, incollate sopra quelle naturali. Non sappiamo quasi nulla di quello che può succedere a causa delle colle e del loro lunghissimo tempo di permanenza a contatto col corpo umano. Ma i dermatologhi si aspettano dei disastri da un momento all'altro.

 

Domanda:

Una mascherina mentre faccio la manicure può aiutarmi ad inalare meno sostanze dannose?

Risposta:

No! Non serve a nulla perché le sostanze pericolose sono volatili e quindi te le respiri, diverso sarebbe se fossero dei particolati.
L'unica soluzione è aprire bene le finestre durante l'operazione di rimozione e di colorazione delle unghie. Non c'è altra possibilità.

 

Domanda:

Il benzofenone che funzione ha in uno smalto?

Risposta:

Il benzofenone è un filtro chimico anti UV e serve a mantenere costante il colore dello smalto che con i raggi solari potrebbe virare. Ovviamente tenendolo chiuso in un armadietto si ottiene la stessa protezione senza l'uso di filtro chimico.


Domanda:

Il benzofenone può essere nocivo in uno smalto come in una crema solare? Ho letto che le unghie non assorbono come la pelle, dunque dovrei/potrei stare tranquilla?

Risposta:

Bella domanda: io non mi preoccupo solo di te e delle tue unghie, penso anche all'operaio che prepara lo smalto e che se ne assorbe un bel po', penso a chi opera nell'impianto che produce benzofenone e via dicendo. E poi, prima o dopo questa sostanza arriva nell'ambiente, giusto? Quindi siamo punto a capo.

 

Domanda:

Mettere lo smalto con la finestra aperta è utile?

Risposta:

Si evita di respirare solventi dannosi.


Domanda:

Alternare lunghi periodi senza smalto, può aiutare un po' le unghie?

Risposta:

Certo che sì!

 

Domanda:

A me è stato detto che l'unghia respira alla base (cioè dove cresce) e ai lati, ed è per questo che quando si mette qualsiasi smalto, dal più classico alla ricostruzione in gel vera e proprio si deve sempre lasciare un piccolissimo spazio tra le cuticole e l'unghia, proprio per farla respirare... insomma, è vero o no?

Risposta:

 Cosa non si dice per vendere uno smalto. No che non è vero! L'unghia respira TUTTA non solo degli angolini nascosti.

 

Domanda:

Tu hai espresso un parere estremamente negativo riguardo le unghie finte, proprio quelle che si incollano sull'unghia, a proposito delle colle terribili che si impiegano.
Ma tra ricostruzione e smalto, posto il fatto che non siano il massimo per la salute, sostanzialmente si può davvero dire che la ricostruzione sia peggiore?
Di fatto il gel non emette i vapori dello smalto e, durando diverse settimane, è sempre diverso da uno che toglie e mette di continuo: l'unghia non respira comunque, in più uno inala continuamente i vapori della vernice e del solvente, che se non sbaglio hai detto siano la parte peggiore del problema. Ed è proprio per questo che io ho scelto di cambiare e passare al gel. Poi ho notato che l'unghia su cui tu applichi il gel, se lo togli effettivamente sotto si è rovinata, ma quella che ricresce è comunque sana, si è rigenerata...

Risposta:

Dire se uno smalto o un gel siano uno migliore dell'altro è molto difficile. Tutto quello che so è che per lo smalto alcune patologie sono state evidenziate mentre per le unghie ricostruite non c'è ancora sufficiente storia per trarre delle conclusioni.

Licenza Creative Commons

Chi c’è dietro il logo EcoBioControl?

Scopri il logo

Il Vecchio BioDizionario sparisce ed al suo posto nasce EcoBioControl

EcoBioControl

Elena è rimasta colpita dalla prima parte della nostra discussione sull'Olio di Palma e sulle problematiche inerenti. Ha deciso di dare il suo contributo e di questo la ringraziamo. Eccolo:   Olio di ...
read more