IT | EN
logo

sapone

VISO

DETERSIONE SAPONE

D: Se uso la saponetta (ph basico), che dopo l'olio risulterà certamente meno sgrassante, non vado comunque a distruggere la flora batterica della pelle sana? Uso subito dopo il tonico acidificante per riportare il ph a livelli normali, ma non è che facendo questo devo comunque aspettare ogni volta che la flora batterica danneggiata si ripristini? Cioè mi spiego meglio, questo continuo sbalzo di ph da acido a basico e poi di nuovo ad acido, mi uccide sempre gran parte dei batteri buoni, no? Meglio evitare, soprattutto se si ha la pelle molto sensibile, ed usare al posto della saponetta un detergente liquido con ph intorno al 5?

R: Non capisco bene la domanda ma credo dipenda dal fatto che tu parti da un assunto sbagliato e cioè chi lo dice che al ph del sapone (9,5 mediamente) i batteri (buoni o cattivi) muoiono? Non è assolutamente vero, ci sono dei batteri (i basofili) che resistono tranquillamente a pH anche molto superiori. In realtà il lavaggio con sapone o altro detergente rimuove oltre il 99% dei batteri presenti e non perché il ph sia alto o basso ma perché li lava via, li toglie fisicamente. Tieni conto che lo stesso sapone ed i tensioattivi sintetici dei saponi liquidi, sono essi stessi tossici per i batteri e quindi quelli che non vengono lavati via muoiono intossicati dal tensioattivo. In definitiva la tua tesi sugli effetti del ph non è supportabile

D: Io ho la pelle mista con qualche sfogo di acne e mi lavo con sapone di Aleppo, secondo te può andar bene?

R: La prima cosa da NON fare è usare un sapone. Che sia di Aleppo, di Marsiglia o di altro luogo non importa, sempre un sapone è e come tale fa il suo lavoro cioè sgrassa troppo e altera il ph della pelle (la tua pelle è a ph 5,5 l'Aleppo a 9,5). Tu fai subire uno shock acido-base alla tua pelle e questo, per una pelle tendente all'acneico, non mi pare una buona idea.

D: Se si passa dopo la saponetta, un tonico acido tipo quello autoprodotto acqua e aceto puo' andare per riequilibrare il ph? E l'olio può essere utilizzato per riequilibrare il ph, o non riequilibria un bel niente?

R: L'olio non serve a nulla. Un tonico fatto come detto sopra invece sì.

D: Vorrei sapere se questo è un VERO sapone di marsiglia e se va bene per la detersione quotidiana di viso e corpo.

 INCI: Sodium cocoate, Aqua, Sodium hydroxide, Potassium hydroxide, Olea europaea, Etidronic acid. (tutto verde)

R: La formulazione corrisponde perfettamente ad un marsiglia "vero": il sapone però non è mai adatto per il viso, questa è la mia opinione. Poi altri pensano che invece va benissimo per questo scopo (la velocità di recupero dell'epidermide è così rapido da non essere disturbato da questo delta di ph), si tratta di una discussione infinita nella quale rimaniamo tutti dello stesso parere. Se a te  piace, se la pelle non ti tira, USALO. Altrimenti passa ad un migliore sapone liquido a ph fisiologico (5,5).

D: Sto usando una saponetta fatta in casa al karitè e poichè appunto c'è un sacco di karitè mi spiace usarla per i panni…però da quando la uso sul viso specialmente nella zona fronte mi sono comparsi dei brufoletti e non so se è colpa della saponetta, del tonico-citrico10% o dell'olio di jojoba (ma quest'ultimo lo escluderei visto che lo uso da anni e non mi era mai successo) o, più banalmente dello stress. In generale, eccetto le guance /zona sotto gli occhi, mi sembra che la pelle sia più sporca... è la reazione ad un ph errato?

R: Può essere! Quindi interrompi e vedi se la situazione migliora. Così avrai eventualmente identificato l'agente scatenante.

D: Se il sapone è basico e il ph della pelle acido, non basterebbe mescolare acqua e aceto e poi passare questa soluzione sulla pelle, per ricreare il suo equilibrio? Oppure del limone? E se si ha la couperose come me, può andar bene ugualmente? Ho qualche dubbio, perché ho provato una volta e mi son ritrovata piena di puntini rossi!!

R: Certo! In generale è un'ottima idea (magari io userei del citrico e non dell'aceto). Nel tuo caso invece devi semplicemente fare delle soluzioni molto diluite oppure NON usare del sapone vero e proprio ma un detergente delicato. Punto.

D: Volevo sapere che ne pensi dell'inci di questo syndet (sapone non sapone a ph fisiologico). E' per bambini ma vorrei utilizzarlo io per il viso, è Pan d'avena linea bimbi della Helan:


DISODIUM LAURYL SULFOSUCCINATE, SODIUM COCOYL ISETHIONATE, ZEA MAYS (CORN) STARCH, CETEARYL ALCOHOL, AQUA/WATER, HYDROGENATED CASTOR OIL , GLYCERIN, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS (SWEET ALMOND) OIL*, OLEA EUROPAEA (OLIVE) FRUIT OIL*, AVENA SATIVA (OAT) KERNEL FLOUR, COCAMIDOPROPYL BETAINE, CITRIC ACID, TITANIUM DIOXIDE (C.I. 77891), PROFUMO/FRAGRANCE

R: Lo userei anche io ! Non contiene conservanti perché non servono essendo un prodotto solido, con pochissima acqua e quindi è impossibile per i microoganismi attaccarlo. Chi lo usa scopre una sensazione unica ed in genere non lo lascia più!

D: Ho letto che molti usano il sapone al burro di chiuri per lavare il viso e credevo che
fosse una buona cosa, pensavo che fosse un sapone non troppo aggressivo e il fatto
che sia alcalino stimolasse l'epidermide a produrre il suo film lipidico di protezione...
Ma quindi è proprio sbagliato il principio, non il tipo di sapone ?

R: Esattamente! Con un sapone tu il film idrolipidico lo togli radicalmente e la tua pelle si vede costretta a lavorare a testa bassa per ricostruirlo! E' proprio il principio che non va. Poi è vero che ci sono saponette più o meno aggressive e forse quella che hai citato è tra le migliori.

 

Licenza Creative Commons

Chi c’è dietro il logo EcoBioControl?

Scopri il logo

Il Vecchio BioDizionario sparisce ed al suo posto nasce EcoBioControl

EcoBioControl

Da molti anni ci preoccupiamo degli Interferenti Endocrini nei cosmetici. Oggi registriamo un primo passo importante. Vi riporto, qui sotto, un articolo del giornale La Repubblica segnalato da Simone....
read more