IT | EN
logo

olii e burri

CAPELLI

 

OLI E BURRI

 

DOMANDA

Gentilissimo Dottor Zago vorrei porle alcune domande sull'utilizzo degli oli e dei burri sui capelli.

  1. Gli oli sono grassi insaturi e nel tempo seccano i capelli.

Sono da preferirsi i burri.

Ma tutti gli oli? L'olio di cocco,ad esempio,può rappresentare una eccezione?

  1. Gli oli sui capelli,impacchi e leave in,sono da evitare sempre o negli impacchi con altri ingredienti "culinari" possono essere utilizzati?

La ringrazio.

RISPOSTA

  1. Gli oli sono grassi insaturi e nel tempo seccano i capelli.

Sono da preferirsi i burri.

Ma tutti gli oli? L'olio di cocco,ad esempio,può rappresentare una eccezione?

Certo che la rappresenta! Infatti il cocco è più burro che olio. A temperatura ambiente è bello duro e si liquefa a temperature leggermente elevate. Infatti è saturo a differenza del suo cugino olio di palma che invece è liquidissimo a temperatura ambiente e contiene moltissimi insaturi.

  1. Gli oli sui capelli, impacchi e leave in,sono da evitare sempre o negli impacchi con altri ingredienti "culinari" possono essere utilizzati?

No non sono da evitare sempre, dipende dalle condizioni e dai risultati che si vogliono ottenere. Ad esempio se uso un impacco di olio per pulire i miei capelli userò un olio con molti insaturi perché avrà un potere solvente maggiore. Se invece lo devo nutrire, il capello, allora cerco dei burri o oli saturi perché non devo "togliere" nulla ma "metterci" qualche cosa.

Ricordiamo poi che ci sono burri e burri e ci sono oli e oli. Ma non dobbiamo dimenticare che ci sono anche i capelli.

Voglio dire che i capelli secchi possono prodursi sia con un burro che con un olio, ci sono delle variabili che non posso sapere essendo lontano sia dai grassi che dai capelli.

Facciamo allora un ragionamento generale.

La maggior parte degli oli sono insaturi, hanno dei doppi legami, e questo aumenta il potere solvente. Ma ci sono oli saputi o praticamente saturi come appunto il cocco (mentre il palmisto contiene parecchi insaturi).

I burri sono molto più saturi, in generale, degli oli.

Detto questo confermo che non c'è una regola generale buona per tutte le stagioni. Molto dipende dal tipo, lo ripeto, di capello, dal suo grado di sporco, dalla sua struttura (prova a confrontare un capello europeo con uno orientale, sono due mondi diversissimi), dai tempi di posa e via dicendo. Ognuno deve trovare la sua personale "ricetta".

In linea di massima se devo pulire i capelli preferisco gli oli insaturi mentre se devo nutrirli sono da preferire oli saturi e burri.

DOMANDA

Ho un dubbio: il sebo presente sui capelli invece, se ho ben capito è a maggioranza insaturo, per questo, lui stesso non tende a legarsi a qualsiasi grasso che viene apportato? non rischia quindi di venir portato tutto via con il lavaggio?

RISPOSTA

Beh, lo scopo del lavaggio è proprio di lavare via il grasso. Solo che si esagera e quindi se ne toglie troppo ed i capelli rimangono aridi.

La cosa che non mi stancherò mai di dire è che l'impacco con sostanze grasse va fatto PRIMA dello shampoo e non DOPO.

Immaginiamo il capello con il suo bel strato di sebo, adesso lo metto in contatto con una sostanza grassa (quale dipende dai capelli che uno ha dal livello di sporco eccetera) e questa qui scioglierà la quantità "giusta" di sebo. Adesso arriva lo shampoo che toglie l'eccesso. Il capello si tiene quello che deve tenersi e siamo tutti felici e contenti. Se l'impacco lo si fa DOPO lo shampoo i capelli saranno grassi e basta. Non vedo il motivo per fare questa operazione.

segue DOMANDA

giova quindi al capello, anche se è un capello secco, che una parte del sebo e dello sporco venga "sciolta" dal grasso apportato?

RISPOSTA

Sì che ti sarà utile. I capelli sanno benissimo cosa fare (siamo noi che li trattiamo a siliconi in faccia) e quindi in caso di secchezza prenderanno la materia grassa che li serve e che le ghiandole sebacee non pruducono in quantità sufficiente.

 

DOMANDA

Non ho ben chiaro se per nutrire i capelli devo usare i grassi su capelli asciutti o bagnati. Perchè se li metto su capello bagnato avevamo detto che non penetrano perché l'acqua fa da barriera... quindi come li nutro?

RISPOSTA

Vanno usati su capelli inumiditi/bagnati. E' vero che l'acqua forma una barriera ma è questa stessa barriera che "regola" la quantità che il capello deve assumere.

 

DOMANDA

Ciao Fabrizio, riguardo gli oli ti chiedo se ho capito bene:

gli oli sono costituiti per lo più da grassi insaturi e hanno capacità solventi perchè tendono a creare legami con il grasso presente sui capelli. Motivo per cui sono indicati per lavare i capelli, senza creare secchezza, se trattati adeguatamente.

Mentre per quanto riguarda i burri, è il capello che assorbe da questi una certa quantità di grasso che poi ne fa derivare qualità nutritive...

E abbiamo anche detto che l'olio di cocco è saturo quindi paragonabile a un burro.

Per quanto riguarda olio di semi di lino, olio di mandorle dolci, olio di argan, sono saturi o insaturi?

In ogni caso i grassi insaturi non dovrebbero lasciare i capelli molto untuosi comunque, o sbaglio?

RISPOSTA

Diciamo che hai capito bene solo che alcune conclusioni sono da verificare. Ad esempio c'è chi si trova molto bene con gli oli ed altri con i burri. Temo che sia impossibile dare una regola generale e questo per due motivi: il primo è che i capelli sono diversi da persona a persona (ed anche il grado di unto) e secondo perchè si dovrebbe tenere conto anche del sistema con cui la sostanza grassa viene tolta (lavata).

In conclusione ognuno, tenendo conto di questi diversi aspetti, deve trovare la sua ricetta.

 

DOMANDA

Ciao Fabrizio, mia sorella con capelli extra secchi ha provato impacchi di olio di vinaccioli, di oliva e burro di karitè senza successo. Ha trovato beneficio dal cocco ma le provoca prurito (pur essendo bio...). Li lava con detergente intimo, mi chiede consiglio, e io lo giro a te, cosa le potrei suggerire di provare? Ricino, Jojoba....desistere dall'olio.....

RISPOSTA

Proviamo a passare alle proteine? Forse più che secchi i capelli di tua sorella sono semplicemente depauperati.

Si prendono delle proteine idrolizzate e segui le istruzioni per l'uso che sono queste:

- DOPO il lavaggio, va benissimo l'intimo, si distribuiscono, sui capelli ancora bagnati le proteine.

- Si aspetta che asciughino, possibilmente in modo naturale.

- Si risciacqua e si asciuga.

 

DOMANDA

Ciao Fabrizio, ho un dubbio: sul coco caprylate avevi detto "questo olio è talmente penetrante che finisce "dentro" il fusto del capello. Poi tu lo riscaldi moltissimo col fon e lui si dilata fino a farti scoppiare il capello stesso, ottenendo, in definitiva, l'effetto contrario di quello desiderato", si potrebbe verificare lo stesso effetto con l'olio di vinaccioli che miscelo al gel d'aloe e un'esposizione prolungata al sole?

RISPOSTA

L'olio di vinaccioli è enorme, come dimensione, rispetto al coco caprilate, quindi non ce la fa a penetrare nel capello e se ci entra non scoppia col calore del fon.

 

DOMANDA

Ciao Fabrizio vorrei usare dell'olio di cocco sui capelli, ma è scaduto sei mesi fa. Non ha cattivi odori

1) secondo te è ancora utilizzabile o c'è un rischio irrancidimento?

2) nel caso fosse inutilizzabile come faccio a smaltirlo?

RISPOSTA

1) secondo te è ancora utilizzabile o c'è un rischio irrancidimento?

Ma assolutamente no! Puoi usarlo in tutta tranquillità.

2) nel caso fosse inutilizzabile come faccio a smaltirlo?

Non smaltirlo che non serve.

 

DOMANDA

Ho i capelli fini con cute tendente al sebo, e mi trovo in una zona particolarmente umida (Indonesia, stagione delle piogge): diventano subito appiccicaticci, piatti... insomma paiono umidi e unti.

Che cosa posso usare, magari come impacco?

RISPOSTA

io penso che occorra lasciare la natura fare il suo corso. E, se serve, aiutarla. Mi spiego meglio: l'unica cosa che può ridurre l'idratazione esterna dei capelli è il grasso. Oli, lipidi, grassi, chiamiamoli come si vuole ma devo essere sostanze che siano esattamente il contrario dell'acqua.

Non conosco la tua situazione lavorativa e di vita in (magnifico paese) Indonesia ma se tu potessi fare degli impacchi di olio di cocco, per esempio, che applicherai su capelli leggermente umidi (tu dirai cioè come sono spontaneamente da queste parti) e che toglierai con la minore quantità possibile di shampoo. In questo modo avrai idrofobizzato talmente bene il tuo capello che l'acqua ci scorrerà sopra mantenendo intatta l'acconciatura. Certo non potrai permetterti di tutto ma almeno il crespo e l'afflosciamento generale, sì!

SEGUE DOMANDA

Fabrizio, come mai hai citato proprio il cocco, c'è un motivo specifico? Per esempio non sarebbe meglio l'olio di vinaccioli-più leggero-per un capello fine?

RISPOSTA

No! nessun motivo specifico. Il cocco è il primo olio che mi è venuto in testa (e fare della facile ironia non è ammesso). Tuttavia vorrei anche dire che un bel olio saturo come questo, non irrancidisce e quindi non puzza o puzza meno dei suoi cugini insaturi come girasole e mais eccetera. Ma se il lavaggio successivo all'impacco è efficace, beh non c'è nessun motivo per un usare dello strepitoso olio di vinaccioli.

 

DOMANDA

Riguardo all'olio (di cocco, o vinaccioli), alcune cose non mi sono chiare:

- nel caso di capelli tendenzialmente già grassi, come può non ungerli ulteriormente?

- e l'effetto idrofobizzante non viene meno quando l'olio viene sciacquato via?

- consigli di fare gli impacchi a capello pulito, sporco, o non c'è differenza?

RISPOSTA

ecco il mio punto di vista:

- nel caso di capelli tendenzialmente già grassi, come può non ungerli ulteriormente? Il conetto è difficile da spiegare ma ti garantisco che funziona. In realtà un impacco oleoso scioglie il grasso in eccesso stagnante sui capelli ed una volta tolto ne rimane solo la quantità "giusta" ma la ghiandola sebacea non se ne accorge e quindi non produrrà altro sebo mettendo fine ad un deleterio ciclo vizioso

- e l'effetto idrofobizzante non viene meno quando l'olio viene sciacquato via? Ma viene sciaquato via solo l'eccesso e non tutto.

- consigli di fare gli impacchi a capello pulito, sporco, o non c'è differenza? Dipende da molte situazioni, dovresti trovare tu il sistema più adatto a te.

 

DOMANDA

Come protezione dal sale e dal sole l'olio può essere messo su pelle e capelli asciutti prima di immergersi? (perchè se ci si bagna prima temo che il sale danneggerebbe).

In questi giorni sto sperimentando l'impacco pre shampoo con olio di riso, ma i risultati sono ancora deludenti. In attesa di trovare la giusta proporzione di olio sui miei capelli, potreste consigliarmi qualche prodotto/rimedio da utilizzare sui capelli asciutti, perchè le punte sono molto secche e tendono a spezzarsi quando mi pettino, per non parlare delle doppie punte che mi sono spuntate dopo le vacanze

RISPOSTA

è logico che dopo le vacanze i capelli siano in uno stato di sofferenza e si indeboliscano.

Concordo anche sul fatto che devi insistere per trovare il giusto equilibrio.

Infine il tema del sale. Io penso che si debba dire, una volta per tutte, che solo elevatissime dosi di sale possono dare problemi ma i quantitativi presenti nell'acqua di mare semmai sono salutari.

 

DOMANDA

Fabrizio, di solito faccio il gel semi di lino a freddo (cioè lascio i semi in acqua senza mettere a bollire sul fuoco) e poi aggiungo un po' di limone per il PH e un po' di olio di oliva. Il tutto lo metto sui capelli bagnati, sperando di idratarli, ma comunque il gel è a base d'acqua quindi penso si possa mettere a capello asciutto. Io lo uso come pre shampo. Faccio bene ed è realmente di qualche utilità?

RISPOSTA

Tutto giusto e molto intelligente, direi. Brava

 

DOMANDA

Vorrei chiedere per cortesia  un parere sull' olio protettivo lucidante - Biofficina Toscana, in particolare se unge molto (ho i capelli fini) e se può realmente proteggere il capello dagli agenti esterni (nel mio caso soprattutto l'umidità che mi schiccia il capello):

INCI:

DODECANE

LAURYL LACTATE

LINSEED GLYCERIDES

SIMMONDSIA CHINENSIS (JOJOBA) SEED OIL

COCOS NUCIFERA (COCONUT) OIL

PRUNUS ARMENIACA (APRICOT) KERNEL OIL

OLIVE GLYCERIDES

SUNFLOWER GLYCERIDES

GRAPESEED GLYCERIDES

PRUNUS AMYGDALUS DULCIS (SWEET ALMOND) OIL

SQUALANE

TOCOPHEROL

PARFUM

 

DESCRIZIONE:

E' un mix di oli con diverse proprietà e caratteristiche funzionali e sensoriali. La miscela è stata infatti studiata per includere oli vegetali di differente composizione, complessità e saturazione così da avere un profilo lipidico più variegato possibile.

La principale funzione di questo Olio protettivo lucidante è quella protettiva grazie al film lipidico che gli oli/le cere formano attorno al capello rivestendolo e salvaguardandolo da stress quali fonti di calore e agenti atmosferici. Un’altra funzione è quella idratante legata alla frazione insaponificabile che penetrando nel fusto del capello rallenta la perdita di acqua. La terza funzione è quella ricostituente della frazione lipidica delle proteine che formano il capello.

Il dodecane usato in questo prodotto infatti gli conferisce un tocco secco e leggero, ideale per non appesantire e ungere i capelli. Questo ingrediente innovativo, recentemente ammesso nel disciplinare dalla certificazione Icea, è il primo olio di derivazione vegetale che replica che performance di un silicone volatile, di derivazione petrolifera.

Altro ingrediente innovativo utilizzato è Setol®, un fitocomplesso ottenuto tramite l’attivazione enzimatica di una miscela di oli toscani ( oliva, girasole, lino e vinaccioli) che in questo modo liberano acidi grassi mono e di-gliceridi. Setol®, rispetto agli oli di partenza ha caratteristiche diverse, come una maggiore assorbibilità, un aumento della biodisponibilità, una diminuzione dell’untuosità , un aumento del potere antiossidante e risulta un valido alleato per aumentare l’elasticità del capello.

RISPOSTA

Sì, moltissime cose sono corrette e certamente questo olio funziona da protettivo e da anti umidità.

Non concordo invece con l'affermazione "La miscela è stata infatti studiata per includere oli vegetali di differente composizione, complessità e saturazione così da avere un profilo lipidico più variegato possibile." perché non è una considerazione "completa". Voglio dire che sì! ci sono un mucchio di ottimi oli vegetali ma il primo è invece un (ottimo nel suo campo) olio sintetico.

segue DOMANDA

Scusami Fabrizio,concordi anche sul suo potere nutriente?

RISPOSTA

Sì, tutte le proprietà dichiarate sono vere (o almeno i componenti lo lasciano prevedere) ma dire che la sua funzione è dovuta al mix di oli vegetali, non è una affermazione veritiera. Il dodecane è sintetico!

Ho sempre detto che trai sintetici, questo qui è il meno peggio e lo ribadisco. Basta che si dicano le cose vere ed io sono tranquillissimo. Mi agito tanto quando vedo nascere la furbata.

 

DOMANDA

Posso aggiungere mezzo cucchiaino di olio (cocco, ricino, ecc) ogni volta che faccio lo shampoo?

RISPOSTA

No, io non capisco e quindi non condivido perché non c'è nessun senso a mescolare uno shampoo con una sostanza grassa. Di qualsiasi tipo essa sia.

Al limite uso meno shampoo, mi faccio un impacco prima del lavaggio, insomma non condivido e quindi non approvo.

 

DOMANDA

Da anni uso come gel sui capelli bagnati post shampoo un po' di gel d'aloe miscelato con olio di argan o jojoba.

Ora mi viene il dubbio che lasciare oli vegetali sui capelli per uno o più giorni, fino allo shampoo successivo, possa creare danni occludendo cute e capelli e non facendoli respirare. In più avendo io i capelli corti è facile che il gel vada a finire anche sulla cute, pur facendo attenzione a non sfregarci sopra.

Ho provato a usare il gel d'aloe senza oli ma i capelli restavano troppo secchi, e anche mettendo solo un paio di gocce di oli ho notato che restano secchi e stopposi, quindi finisco per usarne diverse di gocce.

Opinioni? Alternative?

RISPOSTA

hai fatto le scelte giuste. Il mix Aloe e oli (nobili) vegetali che stai usando sono la cosa migliore che tu possa fare. Non occludi nulla, anzi nutri e proteggi. Complimenti.

SEGUE DOMANDA

Quindi dici che oltre a distribuire gel+olio sui capelli potrei anche frizionarli sulla cute, o quest'ultima cosa risulterebbe troppo pesante?

Spesso consigli l'olio di vinaccioli, mentre quello di jojoba di meno perché più pesante. Comunque immagino l'olio di vinaccioli spremuto a freddo, non quello da pochi € al litro che si trova al supermercato. Che odore ha? Si mantiene bene? Io una confezione di argan da 100ml me la sono fatta durare per tre anni! :D

RISPOSTA

Ovvio che il vinaccioli spremuto a freddo è da preferire. E' così leggero che lo puoi tranquillamente frizionare. Non ha odori particolari e anche questo ti durerà fino al prossimo secolo, come minimo.

 

DOMANDA

Se faccio un impacco pre shampoo di olio oppure un'applicazione dello stesso olio (che ovviamente sarà in quantità inferiore)+gel aloe post shampoo come sopra, nutro e proteggo allo stesso modo? Grazie!

RISPOSTA

Non sono certo di avere capito bene ma credo che nel primo caso (olio PRIMA del lavaggio) si abbia un effettivo miglioramento del capello come nutrimento, protezione eccetera. Nel secondo caso invece ottieni semplicemente di sporcare i capelli. Non mi sembra una grande idea.

 

DOMANDA

Ho i capelli molto fini ma il vero problema è l'umidità che me li schiaccia ulteriormente sulla testa, come se vi fosse proprio piovuto sopra. Il cappello peggiora il tutto.

Mi domandavo se un prodotto volumizzante potesse essere realmente efficace e mantenere un minimo di volume con l'umidità. Altrimenti cosa potrei usare?

RISPOSTA

Se vuoi affrontare il problema dell'umidità ed i suoi effetti, devi cercare di idrofobizzare i capelli con l'aggiunta di sostanze lipofile. In poche parole ti servono degli impacchi di olio. Io ti consiglio il vinaccioli.

 

DOMANDA

Pensavo di farmi un olio per capelli, con queste dosi. Fabrizio va bene o devo rivedere qualcosa?

olio di cocco 40

olio di riso 20

olio sesamo 20

olio jojoba 15

olio ricino 4

vitamina E (Tocoferolo) 1

RISPOSTA

Rivedi rivedi. La cera di jojoba va bene a microdosi (sui capelli) perché è tanto pesante.

Anche il ricino non scherza ma ce n'è pochino e quindi non dovrebbe fare disastri, il resto va benone.

 

DOMANDA

Volevo sapere se è meglio fare impacchi con oli preshampo o dopo lo shampo. Non ho mai capito perchè consigliano di fare impacchi con tanti oli sui capelli se poi per togliere l'olio devi fare dieci shampo e quindi...sei punto e a capo!

RISPOSTA

Gli impacchi con sostanze oleose devono essere fatti sempre PRIMA di lavarli e mai dopo che altrimenti si finisce per sporcarli ed allora qualcuno mi deve spiegare perché farlo.

 

DOMANDA

Mettere olio sui capelli serve solo a sporcarli o li protegge dalla salsedine e dal sole?

RISPOSTA

No, no, li protegge, alla grande li protegge.

 

DOMANDA

Volevo proteggere i capelli al mare ma ho alcuni dubbi: l'olio di vinaccioli ha grassi insaturi giusto?

Se si, dovrebbe essere meno stabile alle alte temperature di spiaggia.

Io pensavo che l'olio di cocco fosse più adatto alle alte temperature dato che ha dentro grassi saturi o sbaglio?

RISPOSTA

Si, il vinaccioli è ricco di insaturi mentre il cocco no. Ma attenzione che per ossidare un olio non è che ci si metta due minuti, serve molto tempo e quindi non corri nessun rischio.

 

DOMANDA

Ho acquistato un olio secco spray Natur&Sun- Bema , da utilizzare sotto alla protezione solare, avente il seguente INCI:

 

Ethylhexyl Cocoate

Cocos Nucifera (Coconut)Oil

Dycapylyl Ether, Dicapylyl Carbonate

Propylheptyl Caprylate

Glycine Soja (Soybean) Oil

Olea Europaea (Olive) Fruit Oil

Prunus Amygdalus Dulcis (Sweet Almond) Oil

Camelia Sinensis Leaf Extract

Vaccinium Macrocarpon (Cranberry) Seed Oil

Pongammia Glabra (Karanja) Kernel Oil

Heliantus Annuus (Sunflower) Seed Oil

Daucus Carota Sativa (Carrot) Root Extract

Amaranthus Caudatus Seed Oil

Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil

Rosmarinus Officinalis (Rosemary) Leaf Extract

Tocopherol

Parfum/Fragrance

la commessa mi ha detto che posso utilizzarlo anche come protezione per i capelli.

Sono un pò scettica perchè non capisco come un olio che dovrebbe fissare l'abbronzatura possa d'altra parte proteggere i capelli dal sole...

RISPOSTA

Sui capelli credo proprio che vada molto bene.

 

DOMANDA

Per proteggere i capelli dal sole pensavo di mettere un 3% di gamma orizanolo in olio di cocco. Andrebbe bene?

RISPOSTA

Sì che va bene. Anche l'olio di cocco ha la sua bella funzione filtrante quindi va tutto benissimo.

 

DOMANDA

Ciao Fabrizio, ti chiedo un consiglio: che shampoo useresti per togliere questo olio dai capelli, è l' olio neem Dr. Hauschka:

Ingredienti

Arachis Hypogaea Oil, Melia Azadirachta Leaf Extract, Triticum Vulgare Germ Oil, Chamomilla Recutita Extract, Lecithin, Alcohol, Rosmarinus Officinalis Oil, Parfum, Limonene*, Linalool*.

*Componente degli oli essenziali naturali

Io ho usato uno shampoo "normale" ( tipo garnier) , ma avendo molti capelli mossi, ho notato che era difficilissimo togliere bene l'olio da tutte le lunghezze. infatti alcune ciocche sono rimaste grasse. E se usassi dell' aceto?

Che ne dici?

RISPOSTA

Se si dosa bene l'olio anche lo shampo più mefitico del mondo verrà fortemente attenuato proprio perché l'olio funge da barriera. L'aceto non grassa assolutamente nulla. L'operazione del risciacquo con aceto è perfettamente inutile a questo scopo, è invece interessante l'azione "balsamo" che fa riuscendo ad abbassare il pH dei capelli.

 

DOMANDA

Buongiorno, vorrei sapere se è vero che gli oli (usati come impacco pre-shampoo) penetrano meglio se usati a capelli umidi o -comunque- mescolati a qualcosa di idratante, perchè mi sono accorta che se li uso a capelli asciutti poi i capelli sono più secchi di prima... mentre a capelli umidi dopo sono belli morbidi.

RISPOSTA

sui capelli umidi l'olio penetra meno perché, come è noto acqua e olio non si mescolano e quindi l'acqua svolge una azione barriera sui capelli. Questo fatto è importante perché mentre l'olio in superficie scioglie il grasso esterno e lascia quello interno, naturale ed indispensabile per la salute dei capelli, se lo usi sui capelli secchi quello va dentro e sgrassa anche in profondità.

 

 

 

 

 

 

 

 

Licenza Creative Commons

Chi c’è dietro il logo EcoBioControl?

Scopri il logo

Il Vecchio BioDizionario sparisce ed al suo posto nasce EcoBioControl

EcoBioControl

Da molti anni ci preoccupiamo degli Interferenti Endocrini nei cosmetici. Oggi registriamo un primo passo importante. Vi riporto, qui sotto, un articolo del giornale La Repubblica segnalato da Simone....
read more