IT | EN
logo

detersivo liquido

DETERSIVO LIQUIDO

Domanda

qualche anno fa quando vivevo a napoli e prendevo treni e metropolitane lavavo a temperature alte e con candeggina, ora vivo altrove e non ne sento la necessità....Fabrizio secondo te è poco?

Risposta

Diciamo subito che a 60°C sia con il detersivo liquido che in polvere i batteri si tolgono al 99,99%. Più velocemente, se volete, con la polvere perché c'è il percarbonato che liberando ossigeno aiuta anche chimicamente (oltre che termicamente) l'abbattimento batterico.
A 40°C le cose sono più critiche perché a questa temperatura i batteri non solo non muoino ma anzi proliferano alla grande. Occhio quindi. Un detersivo in polvere lo trovo quasi inutile a 40°C perché il percarbonato avrà poche possibilità di sviluppare la sua azione sanitizzante e quindi si spreca prodotto e si inquina. Molto meglio il liquido (sempre pretrattando le macchie difficili con lo stesso detersivo).
Chi lava a freddo incorrerà spessissimo nel fenomeno dei "malodors" cioè dei cattivi odori che si sprigionano dal bucato. In questo caso siamo in presenza di un grande attacco batterico.
La soluzione per i 40° C e per il lavaggio a freddo, semmai vi si sviluppassero questi odoracci, è di adittivare il detersivo liquido con della candeggina gentile (acqua ossigenata) che essendo liquida funziona subito e sanitizza il bucato.
Concludo dicendo che sono completamente d'accordo che non serve disinfettare tutto, anzi, spesso è peggio perché si corre il rischio di selezionare dei ceppi batterici e magari anche patogeni.

 

Domanda

Se mi ritrovo con un detersivo commerciale liquido che fa troppa schiuma (e parlo di ritrovarsi con quasi mezzo oblò pieno di schiuma) ho modo di tenerla a freno per poter comunque usare quel detersivo? Ho letto che il sapone è un ottimo antischiuma, se si aggiungesse qualche scaglia di sapone al detersivo commerciale durante il lavaggio aiuterebbe a mantenere sotto controllo la schiuma?
Potrebbe creare problemi di precipitazione dato che nel detersivo la quantità di sequestranti è dosata solo per quel quantitativo di tensioattivi?

Risposta
Sì, il sapone controlla la quantità di schiuma ma ingrigisce i tessuti.


Domanda
C’è modo di capire dall’INCI se si tratta di un detersivo destinato a fare molta schiuma? Cioè ci sono tensioattivi noti per essere più schiumogeni di altri o in generale sono schiumogeni allo stesso livello?

Risposta
No, solo se manca il sapone puoi dire che ci sarà molta schiuma.

 

Domanda

mi sto trovando bene con un detersivo liquido lavatrice di cui elenco l'INCI ("BioPuro" della Nivel da 1 lt x 25 lavaggi ):
- Aqua
- potassium cocoate
- Decyl glucoside
- sodium citrate
- Editronic acid
- sodium hydroxide
- sodium lauryl sulfate
- sodium chiloride
- hydrolyzed wheat protein
- glycerin
- alcohol
- citric acid
- parfum
- lavandula hybrida oil
- amylase
- protease
Gli ingredienti possono definirsi tutti ecologicamente sostenibili?

Risposta

Il prodotto va benone, anzi ce ne fossero tanti di prodotti così.
Certo lava bene e la presenza di enzimi è una garanzia di lavaggio profondo.
Certo si può sempre migliorare e quindi, a mio avviso, il sistema sequestrante avrebbe bisogno di essere rinnovato.

 

Domanda

vorrei sapere in cosa si differenzia un detersivo liquido per lana e delicati da usare a mano da uno da usare in lavatrice.
Risposta

quello per il lavaggio a mano fa una montagna di schiuma mentre quello per la lavatrice deve fare poca o pochissima schiuma. Quello che succede se si usa un bucato a mano in lavatrice è che ti uscirà schiuma da tutte le parti mettendo a rischio l'integrità stessa dell'elettrodomestico.

Licenza Creative Commons

Chi c’è dietro il logo EcoBioControl?

Scopri il logo

Il Vecchio BioDizionario sparisce ed al suo posto nasce EcoBioControl

EcoBioControl

Se alcuni si divertono a farsi intervistare da loro stessi, dicendo falsità enormi, noi abbiamo la soddisfazione di poter affermare che le cose che dicevamo decenni addietro sono finalmente arrivate a...
read more